Si può usare lo shampoo per persone per i cani?

0

Molte persone si chiedono se uno shampoo neutro o per neonati può fa male al cane e quindi se può essere usato per lavarlo in cas ma in realtà non si può usare lo shampoo per persone per fare il bagno a Fido in quanto il ph del cane ed il ph delle persone non sono uguali.

Si può usare lo shampoo per le persone anche per lavare i cani?

I proprietari di cani e gatti spesso si chiedono se per lavare i propri beniamini si può usare lo shampoo per persone, lo stesso che magari comprano loro al supermercato. Qualcuno addirittura suggerisce gli sciampi neutri o quelli specifici per neonati, convintissimi che non possano fare del male neppure al cane. Invece non c’è niente di più sbagliato, come potrà confermarvi qualunque toelettatore professionista!

Perché non si deve mai usare lo shampoo ad uso umano sugli animali

Mai usare lo shampoo e i saponi ad uso umano per fare il bagno a cani e gatti

Mai usare lo shampoo e i saponi ad uso umano per fare il bagno a cani e gatti

Per lavare un cane oppure un gatto non bisogna mai usare i saponi per umani, nemmeno se si tratta di prodotti specifici per i neonati! L’unico prodotto che può essere talora utilizzato, in casi di “primo soccorso” e in mancanza di disinfettanti, è il sapone di Marsiglia. Ricordando sempre però di applicarne piccole quantità e solo sulle zone interessate. Infatti, se usato come shampoo per periodi prolungati, il sapone di Marsiglia danneggia lo strato protettivo della pelle (il cosiddetto film idrolipilico).

Ma perché non si può usare lo shampoo “classico” sui quattro zampe? La ragione va ricercata nel pH della pelle, che varia di specie in specie. Infatti la pelle umana ha una gradazione di pH che solitamente va dal 4,2 ai 5,6 (leggermente acido).

La pelle del cane ha invece un pH maggiormente alcalino, che parte da una gradazione 7 e in alcuni esemplari può arrivare a 8; si parla quindi di pH neutro. Anche il pH del gatto è diverso dal nostro, sebbene non così marcatamente come quello del cane, e generalmente ha una gradazione di 6,5.

Come per i prodotti a uso umano, il rispetto del pH è importantissimo anche per i nostri animali domestici. Pertanto per lavare il vostro cane o il vostro gatto dovrete usare lo shampoo giusto; un prodotto professionale e di qualità, che oltre a lavare via lo sporco normalizzi la produzione del sebo, non intacchi la struttura lipidica di cute e di pelo, e rispetti il pH della pelle di Micio o di Fido. Solo in questo modo avrete la certezza di non danneggiare il mantello e rimuovere con efficacia batteri e sporcizia.

È importante usare lo shampoo giusto per la cura del cane

È importante usare lo shampoo giusto per la cura del cane

Scegliere di usare lo shampoo giusto è importante

Per lavare il cane o il gatto, come abbiamo visto, è indispensabile utilizzare prodotti specifici e non dannosi. Purtroppo, per il neofita non è facile orientarsi verso una scelta responsabile e ottimale! In commercio infatti esistono una miriade di prodotti etichettati “per animali” ma che in realtà sono semplici saponi. Soprattutto nei discount, nei cataloghi di vendita per corrispondenza o nei multimarket troverete flaconi e sciampi che promettono risultati eccezionali… ma che nel migliore dei casi provocheranno solo un terribile prurito al vostro animale!

Non lasciatevi “incantare” dai prezzi e informatevi attentamente su cosa state acquistando. Imparare a leggere le etichette dei prodotti è ormai una necessità. Quante volte abbiamo sentito alla radio o in tv di prodotti contraffatti, anche per uso umano? Se abbiamo a cuore la salute e il benessere dei nostri animali, meglio preventivare una spesa maggiore e acquistare solo prodotti certificati, di marche conosciute e possibilmente cruelty-free.

Il toelettatore, se è preparato e in gamba, saprà indicarvi i migliori prodotti per l’igiene del cane o del gatto. Al novantanove per cento, infatti, saranno quelli che utilizza lui stesso in negozio! Ricordate che il ruolo di un toelettatore è di aiutarvi a prendervi cura al meglio del vostro quattrozampe. Se volete lavare il cane in casa ma avete dei dubbi, non esitate a chiedere il parere del toelettatore su quale shampo usare o quali marche preferire. E  se un prodotto vi viene sconsigliato, evitatelo come la peste!

Se invece pensate di non essere all’altezza del compito, portate il cane in toelettatura e affidatelo alle cure di un professionista. E se fra un bagno e l’altro il cane si dovesse sporcare di nuovo, magari saltando in una pozzanghera o raspando con le zampe nella polvere, nessun problema. Per pulizie rapide potete utilizzare degli shampoo a secco (come quelli che si usano per lavare i gatti particolarmente timorosi) oppure salviette umidificate. L’importante è che siano prodotti specifici per gli animali.

Si può usare lo shampoo secco per lavare i gatti che hanno paura dell'acqua, o fra un bagno e l'altro

Si può usare lo shampoo secco per lavare i gatti che hanno paura dell’acqua, o fra un bagno e l’altro

I rischi nell’usare lo shampoo sbagliato per lavare cani e gatti

Quali sono i rischi che si corrono a usare lo shampoo sbagliato per lavare cani e gatti? Il primo “sintomo” che qualcosa non va, e che la composizione chimica del prodotto è troppo aggressiva per la pelle di Fido o di Micio, è l’insorgere di prurito o dermatiti. Queste ultime, se trascurate, possono comportare delle complicazioni (ad esempio croste o pelo squamoso).

Più grave è invece l’abbassamento delle difese naturali proprie della pelle del cane o del gatto. In questo caso, per l’animale diventa più facile contrarre batteri oppure funghi. Sarà quindi necessario un opportuno trattamento farmacologico, antibatterico e/o antimicotico per prevenire complicazioni e arginare l’infezione del tessuto cutaneo. Questi prodotti hanno generalmente costi molto elevati (e ricordiamo che i medicinali ad uso veterinario non sono rimborsati dalla mutua). In definitiva, trovarci nella situazione di dover curare il cane o il gatto da una malattia della pelle sarà più costoso e richiederà più tempo di quanto non avrebbe comportato usare lo shampoo giusto fin dall’inizio.

Usare lo shampoo sbagliato può provocare l'insorgere di prurito, dermatiti ed allergie

Usare lo shampoo sbagliato può provocare l’insorgere di prurito, dermatiti ed allergie

Share.

Comments are closed.

Scroll Up